L’ultima partita della Nazionale italiana contro un club

by Andrea Sperti

L’Italia di Roberto Mancini ha appena conquistato il terzo posto nella Nations League, dopo la sconfitta in semifinale contro la Spagna e la vittoria nella “finalina” contro il Belgio. La Nazionale italiana ha giocato due buone gare, ma contro gli iberici ha pagato le assenze, un atteggiamento fin troppo rinunciatario nella prima frazione di gioco e l’espulsione di Bonucci arrivata troppo presto.

Oggi, però, non vogliamo parlare del percorso degli azzurri nella nuova competizione, ma anzi ricordare un episodio particolare legato alla compagine azzurra.

La partita

L’8 giugno del 2014, infatti, la Nazionale di Cesare Prandelli ha affrontato la Fluminense, club brasiliano che in quel momento era tra i più competitivi in patria. In effetti, di rado si vedono partite tra squadre di club e Nazionali ma in quell’occasione l’ex tecnico della Fiorentina ha deciso di sfidare la formazione brasiliana per tastare il livello fisico e tecnico della rosa, che veniva da un deludente pareggio contro il Lussemburgo.

La partita si è svolta qualche giorno prima dell’esordio mondiale contro l’Inghilterra e si è disputata a Volta Redonda, all’Estadio da Cidadania.

Cesare Prandelli ha schierato i suoi con il classico 4-3-3, sebbene in quell’occasione abbia infarcito la squadra di riserve per non rischiare infortuni in vista del Mondiale. In porta c’era Perin; in difesa Abate, Ranocchia, Paletta e Darmian; a centrocampo Thiago Motta, Parolo ed Aquilani, con il tridente composto da Cerci, Immobile ed Insigne.

La partita è stata fin troppo combattuta e divertente ed è terminata 5 a 3 per gli azzurri, grazie alla tripletta di Immobile e la doppietta di Insigne, quest’ultima propiziata da due assist dell’attuale attaccante della Lazio.

Le altre volte contro squadre di club

Quella contro la Fluminense, in ogni caso, non è stata la prima volta in cui l’Italia ha affrontato squadre di club. Nel 1978 la Nazionale di Bearzot ha sfidato il Deportivo Italiano prima del Mondiale e proprio in quella sfida il ct azzurro ha scoperto le enormi potenzialità di Cabrini. Nel 1982, invece, gli azzurri hanno giocato contro il Braga, disputando una pessima amichevole che non aveva lasciato presagire nulla di buono in vista del poi vittorioso Mondiale di Spagna. Nel 1994, infine, l’Italia di Sacchi ha affrontato il Pontedera, compagine toscana che allora militava in Serie C2. Quella partita, a dire il vero, ha assunto contorni mitologici visto che la squadra avversaria ha vinto per 2 a 1 contro la Nazionale italiana. A nulla è servita la rete di Massaro e gli otto minuti di recupero concessi dall’arbitro Pierluigi Collina, con il Pontedera che quel giorno ha scritto un grande pezzo della sua storia recente.

Il tabellino

Di seguito il tabellino dell’incontro tra Fluminense ed Italia:

FLUMINENSE-ITALIA 3-5 (2-2)

Fluminense (4-2-3-1): Felipe Garcia; Bruno Vieira, Gum (41′ st Carvalho), Fabricio, Carlinhos; Jean, Diguinho; Scarpa (14′ st Matheus Carvalho), Conca, Chiquinho (14′ st Biro Biro); Walter. All.: Borges

Italia (4-3-3): Perin (17′ st Mirante); Abate (17′ st De Sciglio), Paletta (17′ st Barzagli), Ranocchia (17′ st Bonucci), Darmian; Aquilani (17′ st Pirlo), Motta (17′ st De Rossi), Parolo (38′ st Candreva); Cerci (17′ st Marchisio), Immobile (17′ st Balotelli), Insigne (17′ st Cassano). All.: Prandelli

Arbitro: De Lima Henrique

Reti: 23′ pt Insigne, 25′ pt Chiquinho, 30′ pt Immobile, 37′ pt Carlinhos, 8′ e 9′ st Immobile, 10′ st Insigne, 19′ st Matheus Carvalho

Ammonito: Walter per proteste

Recupero: 0 e 5′