fbpx
Cronache di spogliatoio
Vincere un Mondiale o un Europeo o una Champions League è capitato a tanti. Conquistare due di questi trofei a pochi. Alzarli al cielo...

Vincere un Mondiale o un Europeo o una Champions League è capitato a tanti. Conquistare due di questi trofei a pochi. Alzarli al cielo tutti e tre? Impresa quasi irraggiungibile. O forse no. Anzi, c’è chi, addirittura, in carriera ha alzato le tre coppe con al braccio la fascia da capitano.

Ecco chi sono gli unici 3 capitani della storia ad aver vinto Europei, Mondiali e Champions League.

Franz Beckenbauer

Il Beckenbauer che la memoria calcistica ci ha consegnato è un centrale dalle straordinarie doti tecniche, capace di leggere perfettamente ogni situazione difensiva, che ha elevato spiritualmente un ruolo ormai caduto in disuso: il libero. Non tutti sanno, però, che il buon Franz aveva iniziato da attaccante – si spiegano così le sue doti palla al piede. Il Kaiser, chiamato in questo modo per l’autorevolezza dimostrata sul terreno di gioco, ha reso grande il Bayern Monaco e la Nazionale della Germania Ovest. Da capitano, con i bavaresi si è laureato campione d’Europa per tre anni di fila (1973/74, 1974/75, 1975/76), mentre con la maglia della Nazionale ha alzato al cielo l’Europeo 1972 (vittoria in finale contro l’URSS a Bruxelles) e il Mondiale casalingo del 1974 (conquistato nella sua Monaco contro l’Olanda di Cruijff).

Didier Deschamps

Allenatore della Francia campione del mondo di Russia nel 2018, Didier Deschamps è stato un ottimo centrocampista difensivo a cavallo tra gli anni ’80 e gli anni ’90. Con l’Olympique Marsiglia, dove è ritornato poi da tecnico tra il 2009 e il 2012, il franco-basco ha vinto la primissima edizione della “nuova” Champions League (1992/93). In maglia Blue, il mediano ha raggiunto il tetto del mondo (Mondiali in casa del 1998, nella finale contro il Brasile passata alla storia per il malore di Ronaldo) e d’Europa (Europei 2000 in Belgio e Olanda) con la fascia da capitano stretta al braccio sinistro.

Iker Casillas

casillas

Nei primi 15 anni del nuovo millennio, Iker Casillas è stato l’unico portiere capace di rivaleggiare con una certa costanza con Gianluigi Buffon per lo scettro di miglior portiere in circolazione. Il suo nome è indissolubilmente legato a due squadre: una, di club, è il Real Madrid; l’altra, la Nazionale spagnola. Tra i pali della porta blanca, ha vinto tutto quello che c’era da vincere. Davvero tutto. Da capitano ha sollevato la décima Champions League delle Merengues (2013/14). Con la Roja, invece, è stato protagonista di uno dei cicli più vincenti della storia del calcio: gli Europei 2008 e 2012 e il Mondiale del 2010.

LEGGI ANCHE – Il Como nella stagione 2002-2003 aveva 10 allenatori in campo

Costantino Giannattasio

22 anni, studente di Lettere Moderne ed ex arbitro di calcio. Amo guardare il pallone da diverse prospettive, soprattutto dal divano di casa.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.