Un 20enne del Lorient tiene testa a Messi e Lewandowski

by Redazione Cronache
Dango Ouattara

La definitiva consacrazione (c’era bisogno di conferme?) di Haaland, il ritorno di alcuni eroi del calcio continentale, e una giovane sorpresa. Nella classifica dei 5 calciatori coinvolti nel maggior numero di gol nei principali campionati europei, comandata da Neymar, spunta infatti al quarto posto Dango Ouattara, attaccante esterno burkinabé classe 2002 lanciato dal Lorient.

I 5 calciatori coinvolti in più gol

Neymar sta vivendo un buon periodo a Parigi, dopo un’annata di critiche e chiacchiere, e dall’inizio della stagione 2022/23 è stato coinvolto in 14 gol: 8 gli ha segnati lui, poi ha fornito 6 assist. Lo segue Haaland del City, che sta piano piano frantumando ogni record. È già a quota 11 gol e un assist. Dopo c’è Messi (3 gol e 7 assist) e poi arriviamo a Dango Ouattara, 4 reti e altrettanti assist in Ligue 1. I gol li ha segnati tutti a settembre e in quattro gare consecutive, attirando su di sé l’interesse di tutto il calcio francese. Chiude al quinto posto Lewandowski, che al Barça non si trova affatto male: per ora 6 gol e 2 assist.

Chi è Dango Ouattara

L’esterno del Lorient ha segnato in ogni modo. Di sinistro, il suo piede, di destro e su punizione. Ha un soprannome che dice già tutto: ‘Mister efficienza‘. Il motivo lo ha spiegato il suo capitano Abergel all’Equipe: «Era già un ottimo calciatore, ma oggi è ancora più decisivo, più maturo. Continueremo comunque ad aiutarlo per alzare maggiormente il suo livello delle prestazioni». Il fatto è che oltre ad essere parecchio veloce, Dango Ouattara non sta sbagliando nessuna scelta mostrando un cinismo – e una maturità, vista l’età – impressionante. Merito del Lorient, che ha saputo aspettarlo dopo averlo scoperto, osservato e portato in Francia nel 2020 dal Majestic, club del Burkina Faso. Ma anche dell’esperienza fatta con la sua Nazionale. Ha giocato nove partite e segnato quattro reti, anche decisive come quella (splendida, nel video qua sopra) nei quarti di finale dell’ultima Coppa d’Africa, valsa il passaggio in semifinale. Il Covid gli ha rovinato il finale del torneo (il suo Paese ha perso ai rigori contro il Camerun il terzo posto finale), ma quelle sfide lo hanno cambiato per sempre. Gli hanno tolto la paura e fatto capire quanto può essere decisivo con le sue qualità.

*I numeri sono aggiornati alla mattina di sabato 17 settembre.