fbpx
Cronache di spogliatoio
Dove erano i giocatori dell’Inter durante lo scudetto del 2010? Dove erano i giocatori dell’Inter durante lo scudetto del 2010?
L’ultimo scudetto dell’Inter è targato 2009/10, con Mourinho in panchina. Da quell’anno in poi, nell’albo d’oro si è aggiunto un po’ di Milan e... Dove erano i giocatori dell’Inter durante lo scudetto del 2010?

L’ultimo scudetto dell’Inter è targato 2009/10, con Mourinho in panchina. Da quell’anno in poi, nell’albo d’oro si è aggiunto un po’ di Milan e tanta Juventus in mezzo. Con l’arrivo di Conte, l’Inter è riuscita a trionfare a 10 anni di distanza, ma nella rosa di oggi nessuno di quei giocatori ha partecipato a quell’ultimo successo nerazzurro. Ecco dove erano i giocatori della rosa attuale nel 2010:

Portieri

Samir Handanovic: il portiere sloveno nella stagione 2009/2010 difendeva la porta dell‘Udinese, firmando anche il record, ancora attuale, di rigori parati in una singola stagione (6 su 8).

(fonte foto: TMW) 

Andrei Radu: 0 presenze in stagione per l’attuale secondo portiere nerazzurro. Nel Radu giocava allo Steaua Bucarest, salvo arrivare 3 anni dopo in Italia, alla Pergolettese.
Daniele Padelli: al tempo in prestito al Bari dalla Sampdoria, Padelli nel 2009 era ancora alla ricerca di un posto fisso in squadra, trovato poi al Torino nel 2013.

Difensori

Milan Skriniar: classe 1995, il difensore slovacco era ancora nelle giovanili dello Žilina, dove militò fino al 2016, salvo poi passare alla Sampdoria.
Stefan de Vrij: 6 anni al Feyenoord,  del quale è stato anche capitano, Stefan de Vrij si è affermato prima nel campionato olandese. Con i biancorossi dal 2009 al 2014 non vince nessun trofeo, nonostante due finali di Coppa e due secondi posti.
Alessandro Bastoni: prodotto del vivaio dell’Atalanta, nel 2010 Bastoni faceva parte delle giovanili della Dea. Il classe 99′ era ancora nella categoria esordienti.
Achraf Hakimi: classe 1998, l’esterno marocchino faceva parte delle giovanili del Real Madrid. Il suo esordio nel calcio professionistico arriva solo nel 2016, con il Real Madrid Castilla.
Matteo Darmian: in prestito al Padova ma di proprietà del Milan, squadra con la quale ha svolto tutte le giovanili. Con i rossoneri solo 4 presenze dal 2006 al 2010.
Aleksandar Kolarov: già affermato nel calcio italiano nel 2010, Kolarov si è rivelato la sorpresa della Lazio con 3 gol in campionato, il salto definitivo prima di approdare al Manchester City.

(fonte foto Goal.com)

Danilo D’Ambrosio: nel 2010 giovane promessa del Torino arrivato dalla Juve Stabia. Con i granata farà poi 117 presenze prima di approdare all’Inter nel 2014.
Andrea Ranocchia: in prestito al Bari di Ventura dal Genoa, Ranocchia aspetterà poco tempo prima di trasferirsi all’Inter, a gennaio 2011. Per soli 6 mesi non ha potuto partecipare alla festa scudetto.

Centrocampo

Christian Eriksen: agli albori della sua avventura con l’Ajax, che lo ha poi proiettato nel calcio Europeo, nel 2010 Eriksen diventa uno dei danesi più giovani ad esordire in Olanda.

 Fonte: BSR/SOCCRATES

Nicolò Barella: il centrocampista al tempo nelle giovanili del Cagliari, dove è cresciuto ed è diventato capitano prima di approdare all’Inter. Nel 2010 faceva la categoria giovanissimi.
Marcelo Brozovic: prima esperienza da professionista nella stagione 2009/10 con la maglia del Hrvatski Dragovoljac per il croato.
Arturo Vidal: 4 anni al Bayer Leverkusen, dal 2007 al 2011, per il cileno arrivato dal Colo-Colo. Il centrocampista arriverà poi in Italia nel 2012, passando però per la Juve.

Stefano Sensi: nel 2010 ancora nell’ambito delle giovanili del Cesena, squadra con la quale poi esordisce tra i professionisti nel 2013.
Roberto Gagliardini: classe ’94, il centrocampista militava ancora nelle giovanili dell’Atalanta.
Matias Vecino: ancora agli albori della propria carriera professionistica, Matias Vecino nel 2010 era ancora in Uruguay, al Central Espanol.
Ashley Young: l’esterno inglese ha militato all’Aston Villa dal 2007 al 2011, prima di passare al Manchester United, squadra del quale è poi diventato capitano (vincendo anche un Europa League).
Ivan Perisic: giro di tutta Europa prima di trovare la consacrazione in Germania per il croato che nel 2010 vestiva la maglia del Club Brugges, in prestito dal Sochaux.

Attaccanti

Romelu Lukaku: ancora all’Anderlecht, club con il quale anche lui ha vinto il suo ultimo trofeo nel 2009/2010 prima di passare in Inghilterra fino al 2019.
Lautaro Martinez: classe ’97, anche lui come Barella ancora ai giovanissimi ma in Argentina, al Liniers.
Alexis Sanchez: in piena esplosione in Italia, all’Udinese, dove si è consacrato ufficialmente prima di andare al Barcellona. In coppia con Di Natale, il cileno è stato l’incubo di molte difese. Mai a segno, però, contro i nerazzurri.

(fonte: tuttoudinese.it)

Andrea Pinamonti: a quel tempo negli esordienti nelle giovanili del Chievo Verona, Pinamonti deve aspettare ancora 6 anni per fare il suo esordio in A, nel 2016 con l’Inter.

Allenatore

Antonio Conte: il mister pugliese era agli albori della sua carriera da tecnico tra i professionisti. Conte, reduce da alcuni anni in B con il Bari e con l’Arezzo, sedeva sulla panchina dell’Atalanta. 

 

Leonardo Maldini

Sono uno dei redattori di Cronache di Spogliatoio. Ho 21 anni e vengo da Jesi (AN). Mi sono appassionato al calcio stando tra i pali. Ho il compito di guidarti da dietro e trasmetterti sicurezza. Tesserino da Osservatore presso ACI. «Chi dice che il calcio è una questione di vita o di morte si sbaglia, è molto di più».

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.