fbpx

È quasi tutto pronto per Italia-Austria

by Andrea Sperti
italia mancini

di Andrea Sperti 

Oggi a Wembley Italia ed Austria si affronteranno per gli ottavi di finale di Euro 2020. La formazione allenata dal Ct Roberto Mancini è ancora imbattuta e non ha subito nemmeno un gol fino a questo momento.

L’Austria di Foda

L’Austria, dal canto suo, ha disputato un buon girone e si è classificata seconda, davanti all’Ucraina e dietro l’Olanda, con il tecnico Franco Foda, di origine italiana, che non vede l’ora di fare uno scherzetto alla truppa azzurra. Queste le parole del Ct avversario in conferenza stampa:

«La squadra ha fatto qualcosa di spettacolare, ora vogliamo passare ai quarti. Vorremmo andare a Monaco di Baviera, siamo molto fiduciosi. Ci siamo concentrati, siamo pronti. L’Italia ha convinto dall’inizio, è forte anche in transizione. Dobbiamo stare attenti a non fare errori quando ripartiamo da dietro. Penso che l’Italia sia stata la più convincente: anche nella terza gara, dove ha cambiato, ha giocato bene. È un’insidia. È un peccato non esserci allenati a Wembley, il fatto che non ci siano tifosi. L’Italia ha rispetto per noi, sono certo: ci avranno analizzati. Giochiamo bene. È difficile valutare le nostre chances ma anche col 10% puoi fare tanto. Grillitsch e Hinterregger si sono allenati bene, ci sono domani. Non esserci allenati a Wembley ora non ci cambia il programma, domani sarà lo stesso- Dopo una bella partita hai qualche idea: l’Italia ha uno stile di gioco diverso, serve analizzare ogni dettaglio ma non farò così tanti cambi rispetto all’ultima. Dal punto di vista tecnico, magari, cerco di fare qualche modifica in possesso e in non possesso. Le mie origini influiranno? No, anzi, il contrario: non sarei per niente dispiaciuto o triste anche se mio padre è italiano. Vivo in Austria, sono il ct dell’Austria e abbiamo già scritto la storia per essere agli ottavi. Sarei contentissimo di andare ai quarti battendo l’Italia».

Come detto in conferenza stampa, il ct austriaco dovrebbe recuperare Baumgartner per la sfida di questa sera a Londra. Il centrocampista dell’Hoffenheim aveva ricevuto un colpo al viso ma ha recuperato e sarà regolarmente in campo al fianco di Sabitzer alle spalle dell’unica punta che sarà Arnautovic. Ovviamente gli azzurri dovranno porre particolare attenzione ad Alaba, un giocatore imprevedibile capace di cambiare le sorti del match con un guizzo dei suoi.

L’Italia di Mancini

Per quanto riguarda l’Italia, invece, Mancini ha le idee chiare e davanti, salvo ripensamenti dell’ultima ora, dovrebbe schierare il tridente utilizzato nelle ultime due partite. A centrocampo, poi, Verratti e Barella agiranno al fianco di Jorginho, vertice basso della mediana azzurra, mentre in difesa Bonucci ed Acerbi saranno i centrali e Spinazzola e Di Lorenzo avranno licenza di spingere sull’esterno. Mancini ieri ha parlato ai microfoni di Rai Sport, presentando la gara di oggi e raccontando le emozioni che suscita lo stadio inglese:

«Quando ho giocato io la finale di Champions, Wembley era completamente diverso. Poi ho giocato due finali, una vinta e una persa, ma questo stadio è uno dei più belli al mondo. Sappiamo che le partite non ci danno possibilità di fare errori, dobbiamo fare la nostra partita e proseguire con la nostra strada. Ci sono novanta minuti e dobbiamo fare il massimo. Abbiamo sempre rispettato tutte le squadre perchè sappiamo che le Nazionali hanno i giocatori migliori e quindi c’è massimo rispetto per tutti, ma noi dobbiamo fare la nostra partita e rispettare gli avversari, come faranno loro. La partita più importante? No, è una partita importante come tutte quelle della Nazionale. Il fatto che sia eliminazione diretta ti fa avere un po’ di fastidio, perché sappiamo che non possiamo sbagliare».

Ecco di seguito le probabili formazioni dell’incontro:

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Spinazzola; Verratti, Jorginho, Barella; Berardi, Immobile, Insigne
A disp.: Sirigu, Meret; Bastoni, Toloi, Emerson Palmieri; Castrovilli, Cristante, Locatelli, Pessina; Bernardeschi, Chiesa, Raspadori, Belotti.

AUSTRIA (4-3-2-1): Bachmann; Alaba, Hinteregger, Dragovic, Lainer; Grillitsch, Laimer, Schlager; Sabitzer, Baumgartner; Arnautovic
A disp.: A. Schlager, Pervan; Ulmer, Trimmel, Schopf, Schaub, Posch, Onisiwo, Lienhart, Kalajdzic, Ilsanker, Gregoritsch. All. Franco Foda

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.