Cronache di spogliatoio
Genoa, Maran: «Qualche nazionale può partire titolare. L’Udinese…» Genoa, Maran: «Qualche nazionale può partire titolare. L’Udinese…»
Vigilia di campionato per il Genoa che domani sera sarà impegnato sul campo dell’Udinese. In vista della gara contro l’Udinese, il tecnico rossoblu Rolando Maran ha... Genoa, Maran: «Qualche nazionale può partire titolare. L’Udinese…»

Vigilia di campionato per il Genoa che domani sera sarà impegnato sul campo dell’Udinese. In vista della gara contro l’Udinese, il tecnico rossoblu Rolando Maran ha parlato ai microfoni di Genoa Channel:

SETTIMANE DI LAVORO – «Sono andate bene. Abbiamo lavorato nel modo migliore con chi era a disposizione. Abbiamo lavorato sia sotto il punto di vista fisico sia dal punto di vista tattico perché c’era da assimilare tante cose e con i giocatori che sono rimasti abbiamo fatto una bella mole di lavoro».

LA GARA DI DOMANI – «Voglio vedere uno spirito che assomigli a quella che è stata la nostra partenza in questo campionato. Alla prima giornata abbiamo fatto una gara spavalda, di coraggio e senza timori. Noi dobbiamo considerarla una nuova ripartenza e andare su quella falsariga, cercando di mettere in campo sacrificio legato ad una certa voglia di risultato che passa attraverso all’entusiasmo che metti a far le cose. Dobbiamo essere attaccati agli episodi in maniera forte e non concedere nulla perchè in questo ultimo periodo ci è costato caro tutto questo».

I NAZIONALI – «Ognuno di loro ha una propria storia. Chi ha giocato di più, chi ha giocato di meno, chi è arrivato prima e chi è arrivato dopo. Definire il loro rientro diventerebbe lunga. Sicuramente qualcuno di loro potrà partire titolare».

SULL’UDINESE – «L’Udinese è una di quelle squadre che, vedendo i numeri, meriterebbe un posto in classifica diverso per questo inizio di campionato. Fra le altre cose, è una squadra solida perché è tra le tre squadre che subisce meno tiri di tutto il campionato e questo significa che concede poco. Dovremo essere bravi perché hanno fisicità e questa compattezza che li rende difficili da incontrare. Questo è ciò che fa parte della loro storia. Noi dobbiamo pensare alla nostra e, al di là dell’avversario che avremo di fronte domani, noi dovremo mettere in campo una prestazione di grande carattere, temperamento, sacrificio e di coraggio».

Redazione Cronache

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.