Gli incroci di Mourinho: tra Zanetti, Shevchenko e Southgate

by Redazione Cronache

di Giuseppe Pastore

Zanetti non è certo un cognome qualunque per José Mourinho, quantomeno nella parte italiana della sua carriera: Javier è l’uomo che ha alzato al cielo di Madrid la Champions League vinta con l’Inter, mentre Paolo – più modestamente – è l’allenatore del Venezia che l’ha sconfitto 3-2 nell’ultima partita di serie A prima della sosta. Tornato in Italia a undici anni dal triplete nerazzurro, è possibile che Mourinho incroci colleghi che durante la sua prima esperienza erano stati suoi avversari in campo (o addirittura suoi giocatori, vedi Thiago Motta): ma quanti sono riusciti a batterlo sia da calciatore che da allenatore?

Domenica sera Andriy Shevchenko potrebbe diventare il primo uomo a battere Mourinho sia da giocatore che da allenatore in serie A. L’aggiunta “in serie A” è necessaria perché non serve essere milanisti sfegatati per ricordare il colpo di testa che diede ai rossoneri di Ancelotti (e Tassotti, attuale assistente di Sheva sulla panchina del Genoa) la Supercoppa Europea 2003 proprio ai danni del Porto del non ancora “special one”, mentre invece gli interisti ricorderanno più volentieri l’inutile gol che fu la miccia dell’indimenticabile rimonta di Kiev, spartiacque della campagna europea dell’Inter 2009-2010. Ma stiamo parlando di serie A, e dunque l’unica vittoria “italiana” di Sheva vs Mou è caduta nel dimenticatoio: il derby del 28 settembre 2008, risolto da un colpo di testa di Ronaldinho su assist di Kakà, che vide Sheva attore non protagonista un po’ malinconico, con un’improbabile maglia numero 76 sulle spalle e appena sei minuti più recupero nel finale, da subentrato per Ronaldinho, sufficienti però a fare statistica.

https://www.youtube.com/watch?v=nqqD7wKpovc

E in Premier League? Sulle 61 sconfitte incassate da Mourinho tra Chelsea, Manchester United e Tottenham, l’unico a essere riuscito nella doppia impresa è l’attuale ct della Nazionale inglese Gareth Southgate, che per giunta piazzò la sua doppietta nello stesso anno solare: l’11 febbraio 2006 come difensore del Middlesbrough (3-0 al Chelsea l’11 febbraio 2006), il successivo 23 agosto come allenatore sempre del Boro (2-1). Che poi, Southgate è anche il ct che ha eliminato Shevchenko dall’ultimo Europeo, ai quarti di finale, Inghilterra-Ucraina all’Olimpico di Roma – ovvero, la nuova casa di José Mourinho da qualche mese. E il cerchio potrebbe chiudersi…