fbpx

Hakan Calhanoglu servirà all’Inter di Inzaghi?

by Andrea Sperti
calhanoglou

di Andrea Sperti 

«Ho parlato tre giorni fa con Maldini. Gli ho detto che ora voglio concentrarmi sull’Europeo. Hanno la prima responsabilità anche se con grande rispetto parlerò sempre con Maldini e Massara».

Qualche giorno fa ha parlato cosi Hakan Calhanoglu, quando in conferenza stampa un giornalista gli ha chiesto del suo futuro prima della sfida inaugurale di Euro 2020 tra Turchia ed Italia. Nella notte, però, tutto è cambiato, sebbene il trequartista turco rimarrà a vivere a Milano, indossando questa volta la maglia nerazzurra dell’Inter, rivale storico della sua vecchia squadra.

La trattativa con i nerazzurri

Hakan aveva un contratto in scadenza la prossima settimana e non ha mai trovato l’accordo con i rossoneri per il prolungamento del rapporto. Anzi, l’avvicinamento dell’Inter nei suoi confronti ha raffreddato ancor di più i rapporti con la dirigenza milanista che, a quel punto, ha deciso di tirare i remi in barca ed abbandonare la trattativa. Il Milan ha sempre proposto 4 milioni a stagione, mentre il turco ha sempre chiesto un milione in più, ragion per cui non sono mai arrivate le firme sul contratto.

L’offerta concreta da parte dell’Inter è arrivata nella notte, ma di sicuro le parti stavano già trattando da tempo. Ad Hakan era pervenuta anche una proposta importante dal Qatar ma il trequartista del Milan non aveva intenzione di proseguire lì la sua carriera. Con i nerazzurri, tra l’altro, oltre al fatto di restare a Milano, giocherà in ogni caso la Champions League e potrebbe puntare allo Scudetto, trofeo che quest’anno ha potuto solo sognare per la prima parte di stagione. L’Inter, poi, ha sfruttato il momento, portando a casa un giocatore giovane ed a parametro zero, seppur con un ingaggio da top player.

La confessione

Questa mattina il giornalista Ibrahim Kirkayak, direttamente da Istanbul, ha rivelato le parole che Hakan Calhanoglu ha rilasciato ai microfoni del portale turco TRT Sport. Queste le parole dell’ex numero 10 del Milan:

«Ho raggiunto un accordo con l’Inter. Ora andrò a Milano e firmerò un contratto domani».

Il trequartista turco probabilmente ha bisogno di nuovi stimoli e l’avventura in nerazzurro potrebbe dargliene parecchi. Simone Inzaghi, nuovo tecnico dell’Inter, si è subito detto entusiasta dell’operazione ed è già al lavoro per trovare al turco la migliore sistemazione tattica. Di certo, Hakan avrà gli stessi compiti che nella Lazio erano di Luis Alberto, ossia sarà il collante tra centrocampo ed attacco, l’uomo in più che creerà connessioni con gli avanti nerazzurri, giocatori capaci di infilarsi negli spazi e sfruttare la visione di gioco dell’oramai ex Milan.

Delusione post Euro 2020

Ieri Calhanoglu ha parlato anche in conferenza stampa dopo la sconfitta della sua Turchia contro la Svizzera, la terza consecutiva nel girone, quella che è costata la definitiva eliminazione alla compagine allenata da Gunes:

«Siamo delusi da questo torneo. Dobbiamo imparare dai nostri errori, ma non abbasseremo di certo la testa. Questa è una squadra giovane, ci sono margini di miglioramento».

Insomma, il periodo per il classe ’94 non è dei migliori, anche guardando le feroci critiche che gli sono piovute addosso tramite social da parte dei tifosi del Milan. Il trequartista, però, è abituato alle pressioni e dovrà essere bravo ad isolarsi, senza ascoltare le critiche, staccando la spina prima di ripartire per una nuova ed entusiasmante stagione. Il ritiro è alle porte e questa volta Calhanoglu partirà con l’Inter, nella speranza che questo passaggio in nerazzurro possa portare qualche trofeo nella sua bacheca.

 

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.