Cronache di spogliatoio
I 5 Lazio-Roma più infuocati di sempre [VIDEO] I 5 Lazio-Roma più infuocati di sempre [VIDEO]
di Giovanni Benvenuto Nord contro sud, uno stadio, una partita di calcio, una stracittadina. Lazio-Roma è uno dei derby più caldi dell’intero panorama calcistico... I 5 Lazio-Roma più infuocati di sempre [VIDEO]

di Giovanni Benvenuto

Nord contro sud, uno stadio, una partita di calcio, una stracittadina. Lazio-Roma è uno dei derby più caldi dell’intero panorama calcistico europeo e non. Il duello è anche sugli spalti, con le due curve che si sfidano attraverso pittoresche coreografie prima del fischio d’inizio. Una rivalità indescrivibile, novanta minuti pieni di suspense ma anche di cattiveria e foga agonistica. Cronache di Spogliatoio ha selezionato per voi i cinque derby della capitale più infuocati di sempre. 

Lazio-Roma 3-1 (2004-2005)

È il 6 gennaio 2005 quando la Lazio allenata da Papadopulo surclassa la Roma fissando il punteggio sul 3-1 grazie ai sigilli di Di Canio, Cesar e Rocchi. Il primo, conosciuto per il suo temperamento caldo e volitivo, finisce nella bufera. L’attaccante biancoceleste segna sotto la sud ed esulta in maniera provocatoria quasi a sfidare i rivali. Al momento della sostituzione indica il numero tre con la mano mettendo sempre più benzina sul fuoco e passando come idolo incontrastato dei laziali.

Lazio-Roma 1-2 (2009-2010)

È il 18 aprile 2010 quando la Roma batte la Lazio per 2-1 grazie a una doppietta di Mirko Vucinic. I biancocelesti vanno in vantaggio con Rocchi ma l’attaccante montenegrino ribalta il risultato, fatale anche l’errore dal dischetto di Floccari. I giallorossi battono gli eterni rivali seguendo sempre la scia dell’Inter nella corsa al titolo (poi vinto dai nerazzurri al fotofinish). La Lazio non riesce a mettere i bastoni fra le ruote agli uomini di Ranieri, che vincono il derby capitolino forse più cruciale degli ultimi anni. Al triplice fischio Francesco Totti fa il gesto del pollice verso nei confronti della nord.

Lazio-Roma 3-0 (2006-2007)

Il 10 dicembre 2006 la Lazio ha la meglio sulla Roma grazie ai gol di Ledesma, Oddo e Mutarelli. Un successo che mancava da diverso tempo per la nord, con l’apoteosi al triplice fischio. Sicuramente è una delle sconfitte più pesanti per i giallorossi che quella sera non hanno potuto arginare i rivali nonostante la miglior difesa della Serie A in quel determinato periodo della stagione. Non sono mancati gli scontri sugli spalti a rendere la stracittadina ancor più rovente.

 

Lazio-Roma 2-1 (2011-2012)

Il 16 ottobre 2011 è la serata di Miroslav Klose: il centravanti tedesco decide il derby con una rete in ‘zona Cesarini’ con la gioia del tifosi biancocelesti che esplode sugli spalti. La Roma passa nel primo tempo grazie ad Osvaldo ma Hernanes e Klose regalano una notte indimenticabile al tecnico Reja, con quest’ultimo che riesce a sfatare il tabù della stracittadina senza contenersi a fine gara. L’allenatore corre sotto la curva, complici anche lo sfottò di Totti alla vigilia del match.

Lazio-Roma 1-2 (2014-2015)

Il 25 maggio 2015 la Roma vince un derby da cardiopalma staccando aritmeticamente il biglietto per la Champions League. Decisiva per il giallorossi la rete di Yanga-Mbiwa, che con una grande incornata su un calcio piazzato fa esplodere il mondo romanista. Anche in questo caso Totti non si contiene: il capitano dei giallorossi sfoggia una maglia celebrativa con su scritto ‘La Grande Bellezza’ e regala ai fotografi uno scatto coi compagni di squadra quasi d’antologia, con la Lazio poi costretta a giocarsi il pass per l’Europa che conta contro il Napoli (poi battuto al San Paolo).

Giovanni Benvenuto

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.