fbpx

Il peso dei gol di Federico Chiesa

by Giulio Converti

di Giulio Converti

Federico Chiesa è nato in una famiglia di calcio, come se fosse un predestinato. Il papà Enrico non era certo un giocatore banale, in certi periodi della sua carriera era una vera e propria garanzia. Non è un caso, infatti, che Enrico Chiesa abbia alzato al cielo una Coppa UEFA con il Parma da capocannoniere di quell’edizione. Federico, evidentemente, ha imparato bene. Negli ultimi due anni è stato uno dei giocatori italiani di cui si è più discusso, a partire da quel trasferimento alla Juventus dopo le grandi soddisfazioni regalate ai tifosi viola. Con i bianconeri, però, Federico Chiesa non ha di certo fallito. Non tutti sanno reggere il peso della maglia della Juventus a quell’età. Il classe ‘97, inoltre, non si è limitato a ‘reggere il peso’, ma è diventato a tratti il trainatore di una squadra che ad un certo punto della stagione mandava segnali preoccupanti. Ciò che stupisce di più di Federico Chiesa è la mentalità. Dove gli altri potrebbero spaventarsi, lui si carica. A testimoniarlo non è la quantità di gol realizzati dal ragazzo ligure, quanto piuttosto il peso di quest’ultimi. Riprendiamo, dunque, alcuni dei gol più importanti di Federico Chiesa, soffermandoci sul peso specifico di ciascuno di questi.

Juventus vs Atalanta

16 dicembre 2020, all’Allianz Stadium di Torino va in scena una infuocata Juventus-Atalanta. Le due squadre avevano ancora tanto se non tutto da dimostrare, e il match era cruciale per entrambe. In quella partita estremamente delicata, l’uomo decisivo per la Juventus fu proprio Federico Chiesa. Minuto ‘29, il classe ‘97 riceve palla al limite dell’area, dribbla due avversari e si sposta sulla destra. Il tiro che parte, un po’ sporcato, si insacca alle spalle di un Gollini senza colpa. Il pareggio dell’Atalanta arriva al 57esimo con Remo Freuler, certificando l’equilibrio che ha caratterizzato il match fin dall’inizio. Senza Chiesa, però, quell’equilibrio sarebbe probabilmente venuto a mancare. 

Milan vs Juventus

6 gennaio 2021, Stadio San Siro. Questa serata rappresenta probabilmente uno dei ricordi più dolorosi della scorsa stagione per i milanisti. Milan e Juventus si sfidano al rientro dalla sosta natalizia, e per entrambe ricominciare bene è fondamentale. Man of the match? Ovviamente, Federico Chiesa. Al 18esimo un assist magico di Dybala lancia in porta l’italiano che sigla il vantaggio bianconero. Dopo l’intervallo, arrivato sul pari grazie al gol di Calabria, a riportare la Juve avanti sarà sempre il classe ‘97. Questa volta, però, è una perla da fuori area. Donnarumma può poco su quel tiro all’angolino, complice la difesa rossonera un po’ disattenta. Il gol di Mckennie al minuto ‘76 certifica il predominio bianconero, ma la star di quella sera rimane indubbiamente Federico Chiesa.

Juventus vs Porto

La più grande delusione della stagione 2020/21 della Juventus è certamente l’eliminazione agli ottavi di Champions League con il Porto. Tuttavia, anche in quei sanguinosi match di andata e di ritorno, il trainatore della Juventus è stato Federico Chiesa. All’andata, sotto di due reti a zero, le speranze degli juventini erano decimate. Tuttavia, al minuto ‘82, il ragazzo nato a Genova ha regalato alla Juve la possibilità di giocarsi il passaggio ai quarti a Torino. L’esito del ritorno fu altrettanto clamoroso, e ad un certo punto l’unico che sembrava non voler mollare era proprio Chiesa. Prima una rete al minuto ‘49 per tenere la Juve aggrappata alla partita, poi, dopo il secondo svantaggio, un’altra rete che mostrava tutta la perseveranza di questo giocatore incredibile. Il risultato finale lo conosciamo tutti, ma in quelle partite la mentalità di Federico Chiesa è stata messa in mostra come non mai

Juventus vs Atalanta

Si, di nuovo Juventus-Atalanta. Questa volta, però, la posta in palio era un po’ diversa. 19 maggio 2021, finale di Coppa Italia. Fino al settantesimo minuto la partita era certamente equilibrata, con diverse occasioni da una parte e dall’altra. Il parziale era fermo sull’1-1, e l’idea dei supplementari cominciava pian piano a farsi più concreta. Federico Chiesa, però, non ci stava. La sua rete al minuto ‘73 ha regalato alla Juventus la vittoria, eliminando i bergamaschi nonostante l’ottima prestazione. 

EURO 2020

Arriviamo, così, a questi Europei. Certamente il suo talento è stato messo in mostra in questa competizione, ha certificato la sua mentalità. La rete con l’Austria non serve nemmeno dire che importanza abbia avuto. Nel bel mezzo dei supplementari di una partita bloccata, dove gli azzurri faticavano più del previsto, uno stop e conclusione magici di Chiesa hanno consentito all’Italia di portarsi avanti. Ancora più importante, però, il gol con la Spagna. Una partita difficile, dove gli azzurri hanno subito per la maggior parte del tempo, è stata sbloccata dall’uomo che pian piano diventava sempre di più simbolo della nostra Nazionale. L’augurio è ovviamente che questo incredibile rendimento possa proseguire anche stasera. Ciò che accadrà non lo sappiamo, ma se abbiamo vissuto tutte queste notti magiche, parte del merito va certamente attribuita a Federico Chiesa.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.