fbpx

La favolosa rosa del Foggia nella stagione 2010/2011

by Andrea Sperti

Tornare in un posto ben 4 volte non è facile, soprattutto se lì si sono lasciati spesso ottimi ricordi. Ci vuole coraggio a riprendere quella strada, a farla propria ed a trovare nuove motivazioni per ripartire con immutato entusiasmo. Zeman ha percorso il tragitto che porta a Foggia 4 volte ma non è ancora stanco di allenare la formazione rossonera. Oggi, in realtà, noi vi vogliamo raccontare di alcuni elementi della rosa che aveva a disposizione il tecnico boemo nella stagione 2010/2011, terminata al sesto posto in classifica in Serie C, ad un passo dalla promozione. Quella squadra ha battuto il record di gol fatti in terza serie ma è stata anche tra le difese più battute del campionato ed a causa di questo non è riuscita ad arrivare mai in vetta.

Ecco alcuni dei protagonisti di quella formazione:

Simone Romagnoli

Il difensore ora all’Empoli è un esperto di promozioni ed in carriera ne ha conquistate addirittura 5. Ora ha voglia di confermarsi anche nella massima serie italiana, sebbene gli siano arrivate parecchie offerte dal campionato cadetto.

Vasco Regini

Il difensore ex Sampdoria ha appena firmato con la Reggina e non vede l’ora di mettersi in mostra con la maglia amaranto. In quella stagione Zeman lo ha fatto giocare sia da centrale che da terzino ed il classe ’90 ha dimostrato grande duttilità e spirito d’adattamento.

Karim Laribi

Anche Laribi è diventato un nuovo giocatore della Reggina dopo aver indossato la maglia della Reggiana nella passata stagione. Zeman predilige le mezzali di qualità, capaci di inserirsi e calciare con precisione anche da fuori.

Bartosz Salamon

Il difensore ex Cagliari, Brescia e Spal attualmente è tornato in Polonia per difendere i colori del Lech Poznan. Salamon ha dovuto porre rimedio alle lacune difensive della squadra ed in quella stagione ha attirato l’attenzione di diversi addetti ai lavori.

Marco Sau

L’attaccante del Benevento ha segnato 20 gol in campionato, vivendo la sua prima grande stagione da professionista dopo le deludenti apparizioni con Lecco ed Albinoleffe. Con il tecnico boemo l’attaccante segna sempre tanto e Sau ha imparato movimenti che gli sono stati utili anche nel corso della sua carriera.

Lorenzo Insigne

Zeman lo ha notato con la maglia della Cavese, sebbene Insigne non avesse segnato nemmeno un gol in 10 presenze con i campani. Dopo Foggia, club con il quale aveva segnato 26 gol in stagione tra campionato e coppa, lo ha voluto anche a Pescara e lì la carriera dell’esterno d’attacco napoletano è esplosa definitivamente.

Diego Farias

Il talento brasiliano ha vissuto alti e bassi nelle sue avventure in Italia ma le sue qualità sono indiscutibili e lo hanno portato a giocare stabilmente in Serie A, con le maglie di Cagliari, Lecce e Spezia-

Dazzi, Caccetta, Santarelli, Tomi, Rigione, Burrai. Konè, Palermo, Perpetuini e Varga, sono questi gli altri giocatori che completavano la rosa rossonera. Quella era una squadra costruita con un’idea ben precisa: attaccare sempre, senza mai arrendersi.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.