Lazio, la rivincita di Cataldi: dal Genoa al Genoa

by Redazione Cronache
Danilo Cataldi

Nella Lazio di Inzaghi che continua a vincere e a sognare lo scudetto, c’è anche una bella storia, fatta di riscatto e di perdono: è quella di Danilo Cataldi.

Genoa

Nel 2016-2017, il centrocampista cresciuto nelle giovanili della Lazio faticava a trovare spazio e continuità con i biancocelesti. Passa quindi in prestito al Genoa.

Nel girone di ritorno, precisamente il 15 aprile, a Marassi va in scena il match tra le due squadre. Pandev riporta in vantaggio il Grifone al 78′, siglando il gol del momentaneo 2-1, esultando nonostante il trascorso con la Lazio. In tribuna esulta anche Cataldi, che quella partita non la gioca. Alla fine Luis Alberto fa 2-2, ma ai tifosi capitolini, l’esultanza del talento cresciuto in casa, non va proprio giù.

Nei giorni seguenti, la Curva Nord si espone con un comunicato che recita così: «Caro Danilo, compimenti per il fantastico atteggiamento tenuto da te e dalla tua futura moglie al gol di un giocatore che ci infanga e ci disprezza da anni. Riteniamo che sia un insulto alla Lazio e ai suoi tifosi, da una persona, come te, che si è sempre dichiarata laziale. Ti auguriamo una lunga permanenza a Genova perché ora, qui, per uno come te non c’è più posto. Arrivederci e grazie».

Il ritorno

A quasi tre anni di distanza, Cataldi è tornato a vestire la maglia della Lazio, dopo un altro anno in prestito a Benevento. Più decisivo che mai, in questa stagione, ha chiuso la pratica nella Supercoppa contro la Juventus con la punizione nei minuti finali. Oggi, invece, destino ha voluto che proprio a Marassi contro il Genoa, abbia segnato il gol che, numeri alla mano, ha regalato i tre punti alla Lazio. Tre punti fondamentali che permettono alla banda di Inzaghi di continuare a sognare.