Lewandowski ha giocato la prima partita con la Polonia da terzino destro

by Andrea Sperti

Prendiamo Robert Lewandowski, si proprio lui, l’attaccante dei record di proprietà del Bayern Monaco. Immaginiamolo a 20 anni, con qualche capello bianco in meno ed ancora tante reti da siglare. Già all’epoca in realtà era una promessa del calcio polacco, ma il Commissario Tecnico di quella Polonia non ne aveva intuito le doti sottoporta e ,convocandolo, lo ha scambiato per un terzino destro.

Avete capito bene, la prima con la Polonia maggiore Lewandowski l’ha giocata nel ruolo di laterale difensivo destro, disputando una buona gara sebbene le sue caratteristiche fisiche non gli permettessero di andare sul fondo con facilità.

La sua esperienza in Nazionale

Era il 10 settembre del 2008 e Robert a 20 anni e 21 giorni è diventato il secondo più giovane marcatore della Nazionale polacca. Di fronte c’era il non irresistibile San Marino ma, in ogni caso, l’attuale centravanti dei bavaresi è sceso in campo in un ruolo non suo, disimpegnandosi sull’out di destra come un laterale navigato.

A dire il vero, il classe ’88 ha sempre avuto un rapporto controverso con la sua Nazionale. Lewandowski innanzitutto non riesce a segnare con la stessa continuità con la quale va a segno con il suo club, sebbene sia il giocatore più rappresentativo della squadra e dal 2014 anche il capitano della compagine biancorossa.

Mondiale ed Europeo

Robert ha trascinato la Polonia al Mondiale del 2018, laureandosi capocannoniere delle gare di qualificazioni, ma durante la competizione ha deluso le aspettative, non segnando nemmeno una rete nelle 3 sfide disputate dalla sua Nazionale, poi eliminata al primo turno.

Nello scorso Europeo, invece, il risultato per la Polonia è stato lo stesso, con una cocente eliminazione al girone, ma l’attaccante del Bayern Monaco ha segnato 3 reti durante la manifestazione, provando a spingere i suoi compagni di squadra verso uno storico traguardo.

A 33 anni Lewandowski ha ancora voglia di giocare e segnare per il suo Paese e l’obiettivo adesso è qualificarsi per il Mondiale in Qatar, probabilmente l’ultimo della sua carriera.