Animali da Champions League: i migliori della storia per media-gol

by Redazione Cronache
haland

Erling Braut Haaland sta frantumando ogni record. Lapalissiano, sotto gli occhi di tutti. Ad oggi, seppur abbia giocato pochissimo in Champions League, l’attaccante norvegese è già il migliore della storia della competizione per media-gol.
Nello specifico, il classe 2000 ha realizzato 21 gol in 17 presenze, suddivisi tra Salisburgo (8) e Borussia Dortmund (13).   Dati aggiornati a mercoledì 15 settembre 2021, in Champions, Haaland segna di fatto una rete ogni 67,33 minuti giocati nella competizione, secondo i numeri riportati da WyScout. Più grossolanamente, la media è di 1.25 gol a partita.

Ma chi sono gli altri che riescono o sono riusciti a stargli dietro, considerando tutta la storia della Coppa dei Campioni/Champions League?

Guardando alla parte alta di questa speciale classifica per ‘media-gol’, troviamo Ruud van Nistelrooij in 12° posizione con 60 gol segnati in 81 presenze tra PSV Eindhoven, Manchester United e Real Madrid, per una media-gol pari a 0.64 a partita. Sopra di lui, ex leggenda di Portogallo e Benfica, ecco Eusébio, autore di 43 marcature in 63 partite giocate tutte con la maglia delle Aquile di Lisbona: media-gol di 0.75.
Entrando in top ten, troviamo Cristiano Ronaldo, l’erede designato della Pantera Nera in patria. CR7 potrà ancora migliorare (o peggiorare) l’attuale media gol di 0.75 reti a partita, frutto di 136 centri in 181 presenze.
Salendo, con una media di 0.76 gol, ecco Jean Pierre Papin, ex Marsiglia, Milan e Bayern Monaco, Pallone d’oro nel 1991. L’attaccante francese ha segnato 28 gol in 37 presenze tra il vecchio format della Coppa dei Campioni e la Champions League (istituita a partire dal ’92-’93). JPP, questo il suo soprannome, si è anche laureato capocannoniere per 3 edizioni consecutive dal 1989-1990 al ’91-’92.

Sempre con 0.76 di media, c’è Robert Lewandowski. Il polacco è quota 75 reti in 97 presenze tra Borussia Dortmund e Bayern Monaco. Attualmente è il 3° miglior marcatore della storia della competizione dietro a CR7 e Messi.
Proprio la Pulce lo precede in questa speciale graduatoria con una media-gol pari a 0.80 marcature per match. L’argentino ha realizzato 120 gol in 150 presenze tra Barcellona e Paris Saint-Germain, rimanendo a secco all’esordio con i parigini a Bruges.