fbpx
Cronache di spogliatoio
Il Venezia è la terza squadra promossa per la Serie A 2021-2022. La domanda che in tanti si sono posti subito dopo la notizia,...

Il Venezia è la terza squadra promossa per la Serie A 2021-2022. La domanda che in tanti si sono posti subito dopo la notizia, è: in che stadio giocherà questa squadra nel prossimo campionato?
L’ultima partecipazione dei lagunari alla massima categoria del calcio italiano risaliva alla stagione 2001-2002, quando gli arancioverdi chiusero al 18° posto e la conseguente retrocessione.
All’epoca, lo stadio ‘Pierluigi Penzo’ aveva una capienza pari a 16.500 posti: il massimo mai raggiunto nella propria storia. In seguito all’uscita di scena di Maurizio Zamparini, all’epoca presidente dei veneti, il club entrò in una fase di difficoltà economiche che portarono al fallimento nel 2005 e alla rifondazione del club, che successivamente militò stabilmente in Serie C. A fronte di ciò, la capienza dello stadio venne limitata a 9.950 posti in una prima fase e poi, nel 2007 (dovendo ottemperare ai nuovi regolamenti sulla sicurezza), si scese agli attuali 7.450 posti: in tale occasione si era provveduto infatti a ridurre le dimensioni delle curve e dei distinti.

Il regolamento della Serie A prevede che un impianto sia disposto di un minimo di 16.500 posti a sedere. Per le squadre neopromosse è prevista una deroga ma per uno stadio di almeno 10.000 posti.
Se entro il 21 giugno il Venezia non sarà stato in grado di mettere a norma il propri stadio, aumentando la capienza, allora la società di Duncan Niederauer si vedrà costretta a giocare in casa… ‘fuori casa’.
Ad oggi le opzioni più plausibili rispondono al nome del ‘Paolo Mazza’ di Ferrara (stadio della Spal), oppure della Dacia Arena di Udine. Sembrerebbe già da scartare l’ipotesi ‘Marcantonio Bentegodi’ di Verona visto che l’impianto è già usufruito da Hellas e Chievo Verona.

Redazione Cronache

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.