fbpx
Cronache di spogliatoio
I tennisti più ricchi di sempre: ci sono anche un presidente qatariota e un giornalista di Sky Sport I tennisti più ricchi di sempre: ci sono anche un presidente qatariota e un giornalista di Sky Sport
di Gabriele Codeglia Vi siete mai chiesti chi siano i tennisti più ricchi di sempre? Stiamo parlando dei professionisti della racchetta che hanno guadagnato... I tennisti più ricchi di sempre: ci sono anche un presidente qatariota e un giornalista di Sky Sport

di Gabriele Codeglia

Vi siete mai chiesti chi siano i tennisti più ricchi di sempre?
Stiamo parlando dei professionisti della racchetta che hanno guadagnato il maggior numero di dollari durante la propria carriera, ovviamente in premi derivanti dai risultati ottenuti nei vari tornei disputati, sia in singolare che in doppio.

Per saperlo basta consultare il documento ufficiale dell’ATP (Association of Tennis’ Professionals). Questo elenco è aggiornato settimanalmente da parte della federazione e comprende di fatto tutti i risultati dei tennisti professionisti a partire dal 1972 ad oggi, ovvero da quando è stata fondata l’ATP.

Sorprese

In pochissimi di voi lo sapranno, ma Nasser Ghanim Al-Khelaïfi, attuale numero uno del Paris Saint-Germain, è stato un tennista professionista. La sua carriera è durata dal 1992, quando aveva diciannove anni, fino al 2003, appena trentenne. Miglior posizione nel ranking singolare? Il 995° posto raggiunto il 4 novembre del 2002. In totale (sempre in singolare) vanta uno score di 12 vittorie e 39 sconfitte, con altri 14 successi e 23 match persi in doppio.
Ad oggi, risulta essere il 4145° tennista ‘più ricco’ di sempre, visto che in carriera ha guadagnato… 16.201 dollari in premi nei vari tornei che ha disputato. Diciamo che per lui è stato un hobby decisamente poco fruttuoso… ma molto rilassante.

Un’altra sorpresa, che senza dubbio non vi aspettavate, risponde al nome di Angelo Mangiante. L’inviato di Sky Sport per la Roma, è stato tennista professionista a partire dal 1984. Miglior ranking raggiunto il 23 giugno del 1986, alla 708° posizione della classifica ATP. Nella graduatoria dei tennisti che hanno guadagnato di più in carriera, lo troviamo al 2852° posto, con 41.299 dollari.
In seguito è stato anche allenatore della sudafricana Amanda Coetzer (numero 3 del mondo nel 1997).

LEGGI ANCHE – Dal possibile ritiro all’Europeo: i tre mesi che hanno ribaltato la vita di Jesse Lingard

Italiani

Tra i vari tennisti italiani, ex e ancora in attività, nei primi 300 ecco:

  • Marco Cecchinato, 238° con 3.772.925 dollari guadagnati
  • Potito Starace, 237° con 3.796.316 dollari
  • Filippo Volandri, 230° con 3.949.631 dollari
  • Paolo Lorenzi, 180° con 5.142.569 dollari
  • Simone Bolelli, 167° con 5.469.064 dollari
  • Matteo Berrettini, 157° con 5.802.763 dollari
  • Andreas Seppi, 67° con 11.078.219 dollari

Il tennista italiano ad aver guadagnato più di tutti è Fabio Fognini. L’attuale numero 28 del ranking ATP, è a quota 15.592.392 dollari portati a casa in carriera, che lo rendono il 36° tra i tennisti più ricchi di sempre. Il classe ’87 di Arma di Taggia (Imperia) è professionista dal 2004. È il terzo italiano a essere entrato nella top 10 in singolare e l’unico ad aver realizzato tale impresa sia in singolare sia in doppio. Specialista della terra rossa, ha vinto otto dei suoi nove titoli in singolare su questa superficie nel circuito ATP: nell’era Open, tra gli italiani, soltanto Adriano Panatta ha vinto più tornei di lui (10).

Ma, ad oggi, chi sono i 10 tennisti più ricchi di sempre?

next page

Next page

Gabriele Codeglia

Sono uno dei redattori di Cronache di Spogliatoio. Ho 21 anni e vengo da La Spezia. Studente al terzo anno di Scienze della Comunicazione e Società all'Università degli Studi di Milano, il calcio è la mia passione più grande. Ex arbitro FIGC, dal 2013 a gennaio 2019, arrivando fino all'Eccellenza.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.